In agosto dell’anno horribilis 2020 è stata installata una scultura in marmo dedicata alla mondialmente famosa mummia del Similaun simpaticamente ribattezzata Oetzi o Ötzi.Si trova intorno alla prima rotonda che si incontra uscendo dall’autostrada a Bolzano Sud in piena zona industriale.Luogo ben noto per non essere un bel biglietto da visita per la città da un punto di vista estetico.Finanziata da un privato è costituita da blocchi di marmo bianco di Covelano con la iconica sagoma di Oetzi che buca il marmo.Una opera notevole su cui non vado a discutere il valore né artistico né estetico in quanto molto soggettivo come tutte le opere artistiche. Personalmente non mi entusiasma l’opera e, soprattutto, la collocazione scelta. Nella rotonda a fianco c’è già un chupa chupa (!) gigante. Ma tant’è che lì la hanno messa e lì resterà. Il mio parere personale è comunque irrilevante e comunque non è questo lo spunto di riflessione. Mettendo questa statua si è implicitamente deciso di dare alla città un biglietto da visita ben chiaro. Siamo la città di Oetzi. Lo sappiamo già ma questo lo sancisce in modo deciso. Pisa ha la sua torre, Roma il Colosseo, Firenze la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, Torino la Mole, Verona l’Arena Trento…boh Trento francamente non lo so e a Bolzano abbiamo la mummia più famosa del mondo.Beh mica poco dai, roba da National Geographic, da le Meraviglie di Alberto Angela.Ora però mi immagino cosa succederà, anzi cosa sta già succedendo. Assisteremo a breve ad una nascita di Oetzi-cose. Il pane di Oetzi, lo speck di Oetzi, lo strudel di Oetzi, l’acqua di Oetzi (cose che neanche la Ferragni), la Oetzi-Cola, l’Oetzi festival dove cosplayer di tutto il mondo daranno la loro versione del signore del Similaun, i quaderni Oetzi (ricordate quelli delle regioni d’Italia), insomma la strada per il merchandising è inziata. Proprio ieri vedevo campeggiare le pubblicità di una compagnia elettrica che ha preso il nome della simpatica mummia. Oetzi non è un marchio registrato per cui ne vedremo delle belle.Allora benvenuti a Oetziwood cari turisti. Non siamo ancora pronti a cavalcare la nuova onda di questo marchio che ci distinguerà ma lo saremo presto. Chissà magari la Disney ci farà pure un film prima o poi, Netflix, Sky o Amazon una serie e allora sì che saremo famosi. Venghino signore e signori, verghino lo spettacolo sta per cominciare. Ecco a voi Oetzi, la mummia del Similaun. Rimarrete a bocca aperta. Numeri dove farete fatica a distinguere la realtà dalla finzione, la logica dalla follia, secondo la grande tradizione del marketing, dove tutto è sempre uguale a se stesso, nei secoli dei secoli. Amen.

Voto lettori
- Voti: 0 Media: 0

Lascia un commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: