I biscotti di pasta frolla sono un classico di tutto l’anno ed in particolare a Natale come biscottini natalizi. Questa ricetta è quella di mio padre, pasticciere a riposo. Gli ingredienti sono rigorosamente tradizionali ovvero farina 00, burro, fecola di patate, zucchero, uova, lievito, ecc. Tutti ingredienti che oggi magari vengono sostituiti con altri per svariati motivi. Ma sui biscotti di pasta frolla non ci sono varianti. O si fanno così o non sono biscotti di pasta frolla! Il trucco sta nel mangiarne con moderazione come tutte le cose del resto. Il problema è che è una bella sfida perché questa frolla va giù che è una meraviglia e uno tira l’altro. Probabilmente non mettendoci il burro e le uova, usando farina non raffinata, zucchero di canna, ecc. l’impatto sarebbe minore ma lo sarebbe anche il gusto per cui una volta all’anno ci si può anche viziare. Tradizionalmente faccio questi biscottini coadiuvato dai miei figli nel periodo natalizio.

Vediamo gli ingredienti:

  • 400 gr. farina 00
  • 100 gr. fecola di patate
  • 250 gr. burro
  • 200 gr. zucchero a velo
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • un pizzico di sale
  • una bustina di lievito in polvere
  • una buccia di limone grattuggiata o una fialetta di aroma al rum o limone

oppure come variante (quella che uso io):

  • 500 gr. di farina
  • 250 gr. di burro
  • 200 gr. di zucchero di canna (Zefiro)
  • 2 uova intere
  • 1 bustina di lievito
  • 1 fialetta di aroma al rum

In entrambi i casi c’è un ingrediente segreto che non dirò. Forse l’ingrediente segreto è solo dire che c’è un ingrediente segreto anche se non c’è…chissà! ;-)

e la preparazione, molto semplice:

Tagliare il burro, a temperatura ambiente, a quadretti. Mescolarlo con lo zucchero a velo  aggiungendo l’uovo intero e il tuorlo uno alla volta. Aggiungere la buccia di limone grattuggiata e il pizzico di sale. Una volta amalgamato per bene aggiungere la farina, la fecola e il lievito. Mescolare fino ad ottenere una pasta consistente e morbida. Fare una palla o un cilindro, coprire con la pellicola trasparente e lasciare raffreddare in frigo per almeno mezz’ora. Io la faccio il giorno prima.

Ecco l’animazione della prima parte:

Passata la mezz’ora si passa alla fase di preparazione, da noi una vera e propria catena di montaggio. Io mi occupo di tirare la pasta e fare gli stampi. Quindi passo il biscotto crudo a Giacomo che lo passa ad Anna che lo sistema in una delle tre teglie adibite alla cottura e forma il buco centrale in metà dei biscotti.

Utilizzo un mattarello con gli spessori (3mm) per avere una uniformità di tutti i biscotti e un comodo tappettino da forno in silicone per stendere la pasta.

Forno ventilato a 170°, tempo di cottura 7/8 minuti. La superficie del biscotto deve diventare leggermente ambrata.

Ecco la seconda parte:

Mentre cuoce una teglia abbiamo giusto il tempo di prepararne un’altra.

A questo punto si ripongono i biscotti in un contenitore a raffreddare prima di procedere alla fase finale ovvero farcitura e copertura di cioccolato fondente.

Per la farcitura è importante utilizzare una marmellata con una bassa percentuale di zuccheri, per un sapore più deciso, e senza pezzettoni. Io utilizzo una siringa per farcire. La farcitura deve essere ricca ma non troppo (vero papà?).

Teglie e carta da forno usati per la cottura si riusano per far asciugare i biscotti dopo il bagno nel cioccolato fondente.

Qui poi ci si può sbizzarrire come si vuole con le farciture e le decorazioni. Marmellate di diversi gusti o cioccolato, fondente nero o bianco, zucchero a velo o altro.

Ecco il risultato finale:

Questi li ha decorati Giacomo:

Vi assicuro che questa è la miglior pasta frolla che abbia mai mangiato. Dopo un paio di giorni i biscotti diventano ancora più morbidi pur rimanendo croccanti.

Poi volete mettere la soddisfazione di far lavoro di squadra? Guardate la faccia soddisfatta della più grande:

:-D

Battute a parte se qualche casuale lettore dovesse provarli mi faccia poi sapere cosa ne pensa!

Buon appetito!

Palio dei Biscotti

Nel dicembre 2019 io, mio padre, mia figlia Anna e mio figlio Giacomo abbiamo partecipato al Palio dei Biscotti organizzato dal quotidiano Alto Adige.

Abbiamo vinto due premi importanti. Io il premio come “miglior pasticceria secca natalizia regionale” con i panzerotti all’uva. Una rivisitazione dei panzerotti tipici di Sava (Taranto). Io li faccio con la frolla e la marmellata d’uva che fa in casa mio suocero Gianni.

Come famiglia abbiamo vinto il premio come “miglior biscotto creativo natalizio“.

Una bella soddisfazione.

Ecco qui alcune foto dei biscotti.

Biscotti a forma di sirena

Per mia moglie che è una mermaid queen, ovvero una istruttrice ai corsi di sirena, ho usato uno stampo della Birkmann a forma di sirena per creare delle buone e coloratissime sirene di pasta frolla da regalare alle sue allieve.

Voto lettori
- Voti: 2 Media: 5

Lascia un commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: