La convenzione Berner

La famosa convenzione Bernernon esiste! Nasce da una bufala su Facebook che molti si copiano incollano sulla bacheca e relativa alla privacy o presunta tale.

Questo uno dei messaggi tipo che si vedono sulle bacheche di amici e conoscenti:

Da oggi 29 gennaio dell’ anno 2013 essendo in perfetto stato delle mie facoltà mentali e come titolare di questo account in Facebook, dichiaro, alle parti interessate e in particolare per l’amministratore di società di Facebook, i miei diritti di autore sono collegati a tutte le mie informazioni personali, commenti, testi, articoli, illustrazioni, fumetti, quadri, foto e video professionali, etc.. (a… seguito della convenzione Berner). Per uso commerciale degli articoli sopra menzionati, il mio consenso scritto sarà sempre necessario. Da questa affermazione, a Facebook è severamente vietato divulgare, copiare, distribuire, diffondere o eseguire qualsiasi altra azione contro di me basata su questo profilo o il tuo contenuto. Queste azioni proibite si applicano anche ai dipendenti, studenti, agenti o membri di qualsiasi squadra, sotto la direzione o il controllo di Facebook. Il contenuto di questo profilo sono informazioni private e riservate

e questa una mia risposta in chiave ironica ovviamente

1. non dubito delle tue facoltà mentali ….ma della tua conoscenza della lingua italiana si!
2. non sei titolare di nulla…hai un account a tuo nome…è diverso…nulla qui è tuo…lo hai forse comperato? Non mi risulta che Facebook sia a pagamento!
3. da quando in qua fai illustrazioni, quadri, fumetti, foto e video “professionali”?
4. sai cosa é la convezione di Berner vero? non esiste una convenzione di Berner. E’ usato come assonanza per Berna.
5. non è facebook che divulga…semmai sono i tuoi amici…così come tu hai copiato/incollato questo testo!
6. vuoi la vera privacy…cancella il profilo o altrimenti goditi Facebook e divertiti con gli amici!

Quello che fa sorridere è la velocità con cui si propagano queste bufale. Nonostante basti una banale ricerca su Google per scroprire che di bufala si tratta, molti preferiscono credere sia vero…soprattutto per non sentirsi così sciocchi nell’averci creduto.

Basta però un po’ di buon senso e soprattutto basta leggere. Si vede lontano un miglio che questo testo è stato tradotto con un traduttore automatico.

Inoltre la convenzione di Berner proprio non esiste, neppure su Wikipedia! :-)

A volte basta poco e quel poco si chiama pensare!

 

Lascia un commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: